Io sono il RE

Non credere a quelle facce sorridenti. Se stanno appese ai muri nel tentativo di derubare la tua fiducia significa che non c’è proprio niente da ridere.

Non credere ai loro slogan. Se leggi attentamente tra le righe delle loro frasi ad effetto scoprirai il loro tentativo di non dir nulla.

Non guardare ai loro simboli. Troverai un uso improprio di immagini di pace, natura, speranza.

Sii critica nel valutare la loro buona fede. Non affrettare nessun giudizio. Rivedi dentro te stessa il significato della parola “appartenenza”.

Non riusciro a migliorare il mondo che sto per offrirti. Non riuscirò a prometterti un sistema che ti tuteli e ti aiuti a vivere in onestà. Probabilmente non riuscirò nemmeno a lasciarti un granchè di quello che ho, considerato il manipolo di sceriffi con cui dobbiamo convivere!

Quello che proverò a donarti è una COSCIENZA. Un’attenzione critica. Un desiderio di capire la realtà oltre la realtà. Perchè è proprio lì che si nasconde la straordinarietà della vita.

Scoprire che non ce l’hanno fatta e non ce la faranno a deturpare la nostra visione romantica delle cose. Scoprire che potranno derubarci del nostro privato, ma non potranno nemmeno lontanamente immaginare quanto lontano potrà condurci il nostro amore.

Io sono il RE, e il RE difende il suo regno da sopprusi e malfattori.