accarezzi

Ora accarezzi. Ora annusi, assaggi, osservi. Ora ascolti, mastichi. Ora lanci. Ora urli. Ora schiacci, tiri, appoggi, spingi.

Nessuno ti ha spiegato nulla. Nessuno ti ha insegnato come si fa. Cresci. E impari. Come se tutto fosse normale. Ma niente è normale. E ora riesco a capirlo. Tutto è speciale. Tutto è per la prima volta. Tutto è mai visto. La tua curiosità è un fertile campo incolto. Pronto ad accogliere in se il segreto della vita. La libertà. La magia di un gesto qualunque. In una vita nuova. Qualunque. Per questo incredibilmente speciale.

Ti guardo. Il buio nella stanza rende il caldo ancor più soffocante. Di aria finta e condizionata non se ne può più. Fatichi a prender sonno e i tuoi occhi si lasciano cullare dalla tua manina che accarezza i capelli fini di Engel. Accarezza, capisci? Accarezza! Io non te l’ho insegnato!

insieme

ogni minuto. ogni secondo. ci siamo bevuti. ci siamo assaggiati. ci siamo mangiati. ci siamo respirati. ci siamo annusati. ci siamo bagnati. ci siamo asciugati. ci siamo cullati. ci siamo addormentati. ci siamo sognati. ci siamo risvegliati. ci siamo sorrisi. ci siamo arrabbiati. ci siamo vissuti. ci siamo riconosciuti. ogni secondo. ogni minuto.